Tutti gli articoli di Amari Maru

Den-ego trip (I’m not made for rap) – lyrics

VIDEOTESTO

DEN-EGO TRIP (I’m not made for rap)

N-ego Trip (Non sono fatta per il rap)

“Every rapper respect me because from the street I come
Well … in fact a rapper I ‘m too, but I come from home “
Fedez  (Faccio brutto)

[Start]
[Go around the roundabout]

This bitter fruit seize
of this rare branch …
I rap fragile,
not easy!
I touch souls:
thus unanimous hate,
befall to me.

You are here:
this is my den-ego trip.
If I’m not made for rap,
then this thing in me
what is it?

[First Exit]

Woman without ribbon’s bows,
I have more attacks than stilettos,
Black Moon that Bundles.
With the grace of Truce Baldazzi
does not have a row of boys…
It’s not me that break:
is the bench!
I dont dress large because hip hop,
the right is: all suits me tight,
so you can see what’s underneath …
I haven’t the face impassive,
but having not opinion,
for me it’s impossible!

You are here:
this is my den-ego trip.
If I’m not made for rap,
then this thing in me
what is it?

[Second Exit]

At my home is blasphemy:
here comes a rapper astemia!
Country girl,
to me the grass is green
and you do not sell …
The only thing that comes down, is the scale,
the only “Maria” beyond me, is the Callas.
The only “ferro” (=gun) in my pocket, is Tiziano,
the only weapon in my hands,
is the same of Saviano.

You are here:
this is my den-ego trip.
If I’m not made for rap,
then this thing in me
what is it?

[Third Exit]

Stupid absurd “rappecent”,
with less necklaces than Guè
but more chains.
Nice, bro! I’m not nice!
Say “nice” to your sister!
No cousins nor brothers:
I advance the ones I have!
MC-yes, M-no, who knows if I will succeed…
I have a flux, at all a flow…
In those days i’m fluo
but pass me after few:
just a film Totò!

You are here:
this is my den-ego trip.
If I’m not made for rap,
then this thing in me
what is it?

[Fourth Exit]

My grandfather have done rhymes
when you were without feathers!
No coca: only wine,
and the award is a little glass.
I have in my genes that mess
this baby rap,
just a little Latin.
Book of greek in backpack:
why all can and I can not?
In doubt between Dogo and shojo
I get by
but not launching survival.
Never: no!

You are here:
this is my den-ego trip.
If I’m not made for rap,
then this thing in me
what is it?

[Finishing line]
[Come back when you can]

“Do not ask me for formulas that can open up worlds,
yes some crooked syllable and dry as a branch.
Codest can tell you now, what we are, what we do not want
Eugenio Montale
(Non chiederci la parola)

N-ego trip (Non sono fatta per il rap) – video

TESTOEnglish LYRICS – original Youtube link

CREDITS

EDITING AUDIO
Softaware di editing: Audacity
Software di sintesi vocale: Balabolka
(voce: ScanSoft Sandra Italiano)

BEAT
Mean n clean by cali619
Mental scars 2 by MINOR2GO
via looperman.com

CAMPIONI SONORI
Voce TomTom “Chiara”

Car start by MAJ061785
Wood Creak 01 by dheming
Cloth Ripping by  reg7783
Writing Signature 1 by Robinhood76
Vehicle’s Turning Signal On by NHumphrey
via freesound.org

Die Zauberflöte
Der Hölle Rache kocht in meinem Herzen
(Il Flauto Magico – Aria della Regina)
di W.A. Mozart
eseguita da Maria Callas

111
by Tiziano Ferro

La voce di Totò è tratta da
Totò e le donne
di Monicelli / Steno, 1952

Lady Oscar
di R. Zara
eseguita da
I Cavalieri del re

EDITING VIDEO
Software di editing: Power Director

Foto via Google Immagini

N-ego trip (Non sono fatta per il rap) – testo

VIDEOEnglish LYRICS

“Ogni rapper mi rispetta perché arrivo dalla strada
…Bhè in effetti sono un rapper anch’io, ma io arrivo da casa”
Fedez  (Faccio brutto)

[Partenza]
[Girate intorno alla rotonda]

Cogli il frutto amaro
di questo ramo raro…
Faccio rap fragile,
mica facile!
Tocco anime:
perciò odio unanime,
tocca a me.

Voi siete qui:
questo è il mio n-ego trip.
Se non sono fatta per il rap,
questa cosa che ho in corpo
cosè?

Femmina senza fiocchi,
ho più attacchi che tacchi,
più Luna Nera che Pacchi.
Con la grazia di Truce Baldazzi
non c’hai la fila di ragazzi…
Non sono io che spacco:
sono le sedie che si rompono!
Non vesto largo perché è hip hop
ma perchè mi va tutto stretto:
si vede quello che c’è sotto…
Non ho la faccia impassibile,
ma non avere un’opinione
per me è impossibile!

Voi siete qui:
questo è il mio n-ego trip.
Se non sono fatta per il rap,
questa cosa che ho in corpo
cosè?

A casa mia è una bestemmia:
ecco a voi una rapper astemia!
Ragazza di campagna,
da me l’erba è verde e non si vende…
L’unica cosa che scende, è la scala,
l’unica Maria oltre me, è la Callas.
L’unico ferro che ho in tasca è Tiziano,
l’unica arma che ho in mano,
è la stessa di Saviano.

Voi siete qui:
questo è il mio n-ego trip.
Se non sono fatta per il rap,
questa cosa che ho in corpo
cosè?

Stupida assurda “rap-per bene”,
con meno collane di Guè
ma più catene.
Bella, zio! Non sono bella io!
“Bella” lo dici a tua sorella!
Niente fratelli né bro:
mi avanzano quelli che ho!
MC, M-no, chi sa se ci riuscirò…
Ho un flusso, mica un flow…
In quei giorni sono fluò
ma mi passa dopo un pò:
basta un film di Totò!

Voi siete qui:
questo è il mio n-ego trip.
Se non sono fatta per il rap,
questa cosa che ho in corpo
cosè?

Mio nonno faceva rime
quando tu eri implume!
Niente coca: solo vino,
e per premio un bicchierino.
Nei miei geni ho quel casino
di questo rap bambino,
soltanto un pò latino.
Libro di greco nello zaino:
perché tutti ci riescono e io no?
In dubbio fra Dogo e shojo
mi barcameno
ma non ammaino.
Mai: no!

Voi siete qui:
questo è il mio n-ego trip.
Se non sono fatta per il rap,
questa cosa che ho in corpo
cosè?

[Arrivo]
[Tornate indietro quando potete.]

“Non domandarci la formula che mondi possa aprirti,
sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti, ciò che non siamo, ciò che non vogliamo”
Eugenio Montale
(Non chiederci la parola)

Al cuore, Ramon! – lyrics

VIDEOTESTO

THE HEART, RAMON!

[ When a man with a rifle, meets a man with a gun,
the man with a gun is a dead man.
You said so?
Let’see if it is true! ]

Come on! If you know only these words: beat!
I’m not here to stir you to pity!
There is a girl who don’t ask a favor
to save her by your anger!
Come on: go ahead, splits these teeth!
They are already rotten for sweets,
for the white powder, behind which
my life is trudging.
Slam your right grudge on cheeks,
that you don’t know how caress!
Spit my mistakes on me
and when my face will become red,
your anger will be dissolved.
But you will find that your wound is still open,
and you can not give me the blame…
You will find that the goal was wrong,
that what hurt you, it was your burned heart…
And then, because I had the courage to endure,
I’ll have the right to attack,
and I will defend myself,
as how only I know …

[ The heart, Ramon! Shoot the heart!
Otherwise you’ll not be able to stop me! ]

The heart, Ramon!
The heart you can not control:
the heart you can only shoot!
The heart, Ramon!
Vent your anger: sight and shoot!

[ They told me that you were looking for me… ]

When I’m drunk to the dregs your hatred,
then it’s up to me to provide you with my glass …
Will sweeter my spittings,
but most poisonous, because you say
that my words are worse than a knife:
most are in, the more they hurt.
So I’m not afraid of your heavy hands,
thou shalt of my mouth, even without teeth …

[ Collect the rifle, load and shoot!]

The heart, Ramon!
The heart you can not control:
the heart you can only shoot!
The heart, Ramon!
Vent your anger: sight and shoot!

[ Well, what happens to you, Ramon?
Your hand shakes? ]

But what damage may have made on you,
this woman lousy?
What wounds she can you do,
that you already had not?
And if looking at me,
is remembering that you are suffering,
you chose to talk no more to me.
Look: today I chose to suffer
to be able to talk again,
to be able to look back in your face.
Here the woman you said a risk!
And in the end I only want to hug,
but since I still have
a little bit of pride,
I will refuse this pleasure.
This will be the worst of all your beats.
And in the end I will not be your trouble,
but maybe I will become your regret …
Then it will be born a doubt
behind your eyes rough …
rough and gorgeous …
that I cant see for too long.

The heart, Ramon!
The heart you can not control:
the heart you can only shoot!
The heart, Ramon!
Vent your anger: sight and shoot!

[ You’re dead! ]

“When a man with a gun
meets a woman with a pen,
the man with a gun
is a dead man.”

Al cuore, Ramon! – testo

VIDEO –  English LYRICS

[ Quando un uomo con la pistola
incontra un uomo col fucile
quello con la pistola è un uomo morto.
Avevi detto così?
Vediamo se è vero! ]

Al cuore, Ramon!
Al cuore non si comanda:
al cuore si spara!
Al cuore, Ramon!
Sfoga la tua ira:
prendi la mira, e tira.

Coraggio! Se tu sai usare solo queste parole: mena!
Non sono qui per farti pena!
Qui c’è una, che non ti chiede la cortesia
di risparmiargli la tua ira!
Coraggio: spaccameli pure questi denti
che tanto son già marci di dolci,
della polvere bianca
dietro cui la mia vita arranca.
Sbatti il tuo giusto rancore
su guance che non sai carezzare!
I miei errori sputameli addosso
e quando il mio volto sarà diventato rosso,
la tua rabbia si sarà dissolta.
Ma scoprirài che la tua ferita è ancora aperta,
e non potrai dare a me la colpa.
Ti accorgerai che il bersaglio era sbagliato,
che quello che ti faceva male,
era il tuo cuore bruciato.
E allora poiché io ho avuto il coraggio di subire,
avrò il diritto di attaccare,
e mi difenderò,
come solo io so…

[Al cuore, Ramon! Al cuore!
Altrimenti non riuscirai a fermarmi! ]

Al cuore, Ramon!
Al cuore non si comanda:
al cuore si spara!
Al cuore, Ramon!
Sfoga la tua ira:
prendi la mira, e tira.

[ M’hanno detto che mi cercavi… ]

Quando avrò bevuto fino in fondo il tuo livore,
allora toccherà a me, offrirti il mio bicchiere!
Saranno più dolci i miei sputi,
ma più velenosi,
perché tu dici,
che le mie parole sono peggio di un pugnale:
più vanno dentro, più fanno male.
Perciò io non ho paura delle tue mani pesanti,
tu l’avrai della mia bocca, anche senza denti.

[ Raccogli il fucile, carica e spara! ]

Al cuore Ramòn!
Al cuore non si comanda:
al cuore si spara!
Al cuore Ramòn!
Sfoga la tua ira:
prendi la mira, e tira.

[ Beh, che ti succede, Ramon?
Ti trema la mano? ]

Ma che danno può averti fatto,
questo schifo di donna?
Che ferita inflitto,
che non avevi già?
E se guardarmi ti ricordava che soffrivi,
tu hai scelto di non parlarmi più.
Vedi, oggi io ho scelto di soffrire
per poterti di nuovo parlare,
per poterti di nuovo guardare in faccia.
Ecco qua la donna, che dicevi una minaccia!
E alla fine solo abbracciarti è quello che voglio,
ma siccome ho ancora un pò d’orgoglio,
mi negherò questo piacere,
di tutte le tue botte, questa sarà la peggiore.
E alla fine non sarò più un tuo problema,
ma forse diventerò un tuo rimpianto.
Alla fine sarà nato un dubbio,
dietro ai tuoi occhi ruvidi.
Ruvidi e splendidi,
che da troppo tempo,
non vedo più.

Al cuore, Ramon!
Al cuore non si comanda:
al cuore si spara!
Al cuore, Ramon!
Sfoga la tua ira:
prendi la mira, e tira.

[ Sei morto! ]

“Quando un uomo con la pistola
incontra una donna con la penna
l’uomo con la pistola
è un uomo morto.”

Al cuore, Ramon! – video

TESTOEnglish LYRICS – original Youtube link

CREDITS

EDITING AUDIO
Softaware di editing: Audacity
Software di sintesi vocale: Balabolka
(voce: ScanSoft Sandra Italiano)

BEAT
Love and Calm Drums 1
di DjMurderer (via looperman.com)

CAMPIONI SONORI
tratti dal film
Per un pugno di dollari
di Sergio Leone (Italia, 1964)
Sceneggiatura:
Victor Andrés Catena,
Jaime Comas Jil,
Sergio Leone
Suono: Elio Pacella
Rumorista: Renato Marinelli
Voci:
Enrico Maria Salerno (Joe – Clint Eastwood)
Nando Gazzolo (Ramon – Gian Maria Volonté)
Lauro Gazzolo (Piripero – Josef Egger)

EDITING VIDEO
Animazioni: videogame The Movies (Lionhead)
Software di editing: Power Director